Ads Top

TRIGGER: SOSPESA LA MINISERIE DI ADE CAPONE


Articoli Correlati:
mercoledì 22 ottobre 2008 TRIGGER (STAR COMICS): LEGGI GRATIS IL NUMERO ZERO!
giovedì 23 luglio 2009 CRONACHE DEL MONDO... SOMMERSO... DALLE CRITICHE!



Il mese di luglio 2009 sarà ricordato, in ambito fumettistico, come il mese delle polemiche e delle sospensioni anticipate. Se lo "scandalo" delle matite ricalcate da Giuseppe Ferrario, che ha portato alla sospensione dell'ambizioso progetto de Le Cronache del Mondo Emerso, non avesse già dato sufficienti argomenti di scontro e discussione alla comunità web, ci hanno pensato la Star Comics e Ade Capone a far scoppiare un altro caso in grado di scatenare polemiche e discussioni: la sospensione anticipata (ben due numeri di anticipo sul finale già programmato) della miniserie Trigger, ideata da Ade Capone.


Ma cosa è successo? Semplice, mentre i lettori aspettavano che fosse pubblicato il quinto albo, dal sito della Star (nella sezione dedicata alle novità in uscita) è scomparsa la copertina (e con essa la sinossi) del numero. I lettori più accaniti han cominciato a discutere di questa strana scomparsa sui forum e le mailing list, mentre il silenzio dell'editore risuonava assordante.


Dopo alcuni giorni di chiacchiere e supposizioni ci ha pensato il creatore, Ade Capone, a comunicare la ferale notizia. A mezzo di una e-mail inviata alle mailing list ayaaaak e yattaaa l'autore scrive:

"Ciao a tutti. Ho atteso inutilmente che ad annunciare la chiusura di Trigger ai lettori fosse la casa editrice, come consuetudine in questi casi. Ho deciso dunque di fare una sintesi di come sono andate le cose. Nella seconda metà di maggio, ho comunicato alla Star Comics la mia decisione di interrompere la collaborazione con la casa editrice dopol'uscita di Trigger n.6, lasciando come sempre liberi i ragazzi delmio staff di fare le loro scelte. Nelle settimane successive tutti, letterista compreso, abbiamo continuato a lavorare a Trigger con il massimo impegno, sia al n.5 cheal n.6, mentre la Star Comics mandava ad Anteprima le anticipazioni suTrigger n.6. Poi lo stop, da parte della casa editrice. La Star Comics ha deciso di non pubblicare Trigger n.5 e Trigger n.6. Il motivo ufficiale di questa decisione: le scarse vendite dell'albo.
Non faccio commenti.
I commenti li lascio a voi lettori, come credo sia giusto, qualunque sia il vostro parere.
A voi va comunque e sempre il mio massimo rispetto. Per citare l'immenso Montanelli, sono i lettori i miei unici padroni. Che l'editore Star Comics ne prenda atto. ADE CAPONE"


Una lettera che chiude un rapporto di lavoro che dura da oltre 15 anni in maniera dure e inequivocabile. Una lettera che necessita a questo punto di una presa di posizione ufficiale da parte dell'editore. Presa di posizione che non si fa attendere troppo.


Oggi, sul sito dell'editore è stato pubblicato questo comunicato:


" Tempo di vacanze, ma non per tutti!
Star Comics continua a lavorare alacremente per voi anche sul versante italiano, per darvi un piccolo assaggio di quanto avverrà il prossimo autunno. Siamo pronti ad annunciare infatti la partenza di nuovi progetti Italiani, in tutto 3 nuove mini serie, i cui numeri zero saranno presentati, in un unico volume di 48 pagine nel mese di Novembre a Lucca Comics and Games 2009.
E’ ancora presto per svelare i nomi degli artisti che prenderanno parte a questa nuova annata Star Comics, ma basterà attendere pochi mesi ancora, per scoprire chi si cela dietro al misterioso paravento...
Sempre a Lucca, presenteremo il primo numero speciale di NEMROD, la fortunata serie di Aromatico e Celoni, che continuerà come previsto fino alla conclusione della terza miniserie, il cui n. 24 uscirà a Novembre.

CORNELIO DELITTI D’AUTORE, la miniserie di Lucarelli, Smocovich e DiBernardo, che ha da poco inaugurato la sua seconda stagione, proseguirà fino alla metà del 2010 così come andrà avanti la neonata ROURKE, di Federico Memola.

Chi ci lascia invece è TRIGGER, insieme al suo creatore Ade Capone. Star Comics ha deciso di interrompere in anticipo la miniserie a causa del mancato raggiungimento degli obiettivi di vendita. Una decisione difficile ma necessaria, che ci ha portato ad agire per la prima volta in modo così brusco. Una decisione dettata dalle dure leggi del mercato, che ha regole imprescindibili e che a volte costringe a chinare la testa e cospargersi il capo di cenere.

Non vogliamo comunque perderci d’animo e siamo pronti a ricominciare con nuove idee e nuovi orizzonti, che come detto avrete modo di scoprire già nei prossimi mesi, nel nostro sito internet
www.starcomics.com in cui presenteremo le prime previews delle miniserie in cantiere, insieme agli approfondimenti delle serie in corso d’opera.
Restate sintonizzati!"



Sarà difficile scoprire la verità. Non credo che qualcuno informato dei fatti ci rivelerà mai se si tratta di una rappresaglia nei confonti di Capone, o se davvero la miniserie (gradevolissima, ma dalla struttura narrativa forse un pò troppo sperimentale per l'abitudinario pubblico italiano) vendeva così poco da non poter arrivare alla sua naturale conclusione.


Di certo che ci perde è il lettore. Quello strano personaggio che ogni mese (o ogni due mesi) si reca in fumetteria (o in edicola) per acquistare le avventure dei suoi beniamini. Cosa rimarrà a queste persone se non quattro numeri di una serie monca e la consapevolezza che le prossime miniserie edite dalla Star potrebbero non vedere la fine? Non sarebbe stato in ogni caso auspicabile cercare una formula che garantisse la pubblicazione (anche a tiratura limitata e a un prezzo maggiorato) di questi due ultimi numeri? Il lettore, che pure è una razza in via di estizione, non dovrebbe essere maggiormente tutelato e coccolato?

6 commenti:

Garamond ha detto...

Parole sante le tue, Zipì.
Ultimamente c'è in giro una grande volontà di darci da mangiare la cacca volendoci convincere che è cioccolata.

Comix Factory ha detto...

la cosa che mi lascia perplesso è che si tratta il lettore come se fosse un... chessò, un elettore... salvo poi lamentarsi quando ci si rende conto che la popolarità (le vendite) cala sotto il livello di guardia. Se fossi ai vertici della star farei due conti e valuterei l'opportunità di stampare questi ultimi due numeri.

Garamond ha detto...

Sì, anche io farei lo stesso.
Ma forse i lettori, come gli elettori, troppo spesso hanno dimostrato di avere la memoria corta.

Credo che la battaglia ora sia tutta sui manga e che Star (sbagliando, xchè quella guerra l'ha persa nell'esatto istante che i Kappa se ne sono andati) stia investendo tutte le energie su di quelli.
E farsi sfuggire anche Capone credo che sia commettere un altro errore (anche se non so come fosse questo Trigger nè quanto vendesse effettivamente).

:) CIC!

Comix Factory ha detto...

di Trigger ho letto solo il primo numero - e mi ero ripromesso di leggere gli altri in futuro, magari a miniserie conclusa - e il primo pensiero che mi era balenato in mente è che era troppo "sperimentale" per il pubblico bonelli. In realtà il grosso difetto è che il primo numero era un pò leggero, quattro storie che introducevano i personaggi, ma troppo poco per far affezionare i lettori. L'eperimento però era più che valido, e avrebbe meritato di essere portato a conclusione.

Filippo Maria ha detto...

Io ho letto ora tutto d'un fiato i 4 fumetti pubblicati. Li avevo conservati per leggerli tutti e 6 insieme.

Mi sono piaciuti molto. Ben fatti e originali. Indubbiamente molto più belli di altri della Star Comnics.

Mi spiace molto non vedere la fine della miniserie.

Francesco Romani ha detto...

Non qui, ma quello che ho letto nei commenti al riguardo da altre parti di un paio di sacentini che nascosti dietro un nick fanno i soloni del fumetto che veramente fa sorridere! XD
Vorrei vedere se certe cose avessero avuto il coraggio di dirle in faccia al compianto Ade.
Comunque questa vicenda è stata veramente il punto più basso della Star. Capisco una serie, ma una miniserie... tra l' altro i 4 numeri sono ancora disponibili negli arretrati! Un magari fa un giro sul sito star, se li compra e scopre che... è stata interrotta a due numeri dalla fine! Mah!
La dichiarazione della casa editrice è la solita diplomatica e stucchevole che ci tocca leggere. XD
Mancanza di rispetto per i lettori che avevano comprato l' opera dando soldi alla Star e si sono ritrovati con una miniserie mai finita! Un controsenso! Non so se ci siano altri casi, ma qui si rasenta il ridicolo! Costava troppo fare un numero doppio e finiva li!?! Mica dovevano pubblicare altri 20 volumi! Bah!

Powered by Blogger.