Ads Top

PANINI E MARVEL: A OTTOBRE PUBBLICAZIONE IN CONTEMPORANEA PER AVENGERS: ENDLESS WARTIME?

Avengers: Endless Wartime
copertina del primo volume della nuova
linea di Graphic Novel che la Marvel
si appresta a lanciare
 Alcuni giorni fa la Marvel ha annunciato il lancio di una nuova linea di Graphic Novel, una nuova divisione editoriale allestita con tutta probabilità con la speranza di riuscire a far breccia nel mercato librario, da sempre tallone d'Achille della casa editrice newyorkese. L'onore (e onere) del lancio inaugurale è stato affidato a Warren Ellis e Mike McKone, autori del volume che avrà come protagonisti (neanche a dirlo) i lanciatissimi Avengers e che si intitolerà Endless Wartime.

Presentando la nuova linea di Graphic Novel, Tom Brevoort, a chi gli chiedeva su cosa differenziava questa nuova serie di volumi da quelli prodotti negli anni '80 (che tanti consensi di critica e di pubblico hanno mietuto), ha spiegato:

"Endless Wartime potrebbe essere considerata in qualche modo la prima Graphic Novel originale prodotta dalla Marvel. Sebbene, infatti, i volumi prodotti negli anni '80 sono tutti assolutamente degli ottimi albi, nessuno di loro però è stato realizzato secondo i parametri secondo i quali oggi viene concepita una Graphic Novel. Quelli sono volumi sviluppati secondo uno stile europeo, di troppe poche pagine per essere considerati dei veri e propri romanzi grafici. Ecco, questa è la differenza".

Ma la vera novità rivoluzionaria, stando almeno alle indiscrezioni pubblicate dal blog francese Comics Place, è che il volume sarà pubblicato a ottobre in contemporanea mondiale da Marvel e Panini Comics.

1

6 commenti:

Andrea Antonazzo ha detto...

Non era già stato annunciata la contemporaneità per l'edizione italiana? O ricordo male?

Comix Factory ha detto...

se lo è stata, mi è sfuggita :o)

Erich ha detto...

La contemporaneità dovrebbe essere estesa a tutto il materiale Marvel.
Nel 1994 si parlava della possibilità, in seguito alla nascita dei Marvel Italia (poi ridimensionata a divisione editoriale della Panini) di una pubblicazione contemporanea di tutti i fumetti Marvel e nell'identico formato Usa!
Poi prevalsero le logiche antidiluviane dei collaboratori dei vecchi licenziatari (che convinsero gli americani della bontà del loro pensiero).
Oggi magari la situazione sarebbe stata diversa se quel convincimento non vi fosse stato.

MMS ha detto...

Sì:
http://www.paninicomics.it/web/guest/news?id=80708

Erich ha detto...

In ogni caso, sarà la solita storiella di bassa lega, come tutte quelle dei Vendicatori da Secret Invasion in poi.
Dopo Civil War, la Marvel è stata incapace di produrre, a mio giudizio, materiale di qualità.
La Marvel è stata leggibile fino all'Iniziativa, poi il nulla.
Per non citare quello che hanno fatto all'Uomo Ragno. Si pensava che il fondo fosse stato toccato con OMD, poi è arrivato "Superior"...
La soluzione: cancellare dalla continuity tutto quanto prodotto da OMD in poi e riprendere il filo con le storie da dove Straczynski l'aveva lasciate. Dare un finale (vero) degno a Back in Black.
Per i Vendicatori: azzerare tutta la gestione Bendis (salvando solo Civil War e l'Iniziativa) e riprendere il filo delle storie da dove Geoff Johns (si, proprio lui!) le stava raccontando nel 2005.

Comix Factory ha detto...

perdo colpi :-/
ma almeno questo serve a dimostrare che non dico bugie :-P

Powered by Blogger.