Ads Top

Conosco il Kung Fu: Marvel's Iron Fist è la nuova serie Marvel-Netflix!

E' infine arrivato anche l'ultimo tassello, il pezzo mancante del puzzle Marvel realizzato per Netflix. Da venerdì 17 è infatti disponibile sulla piattaforma streaming la serie televisiva Marvel's Iron Fist.

Ultimo dei quattro Difensori annunciati per il piccolo schermo, dopo Devil, Jessica Jones e Luke Cage, Iron Fist è l'alter ego di Danny Rand, erede delle Rand Enterprises tornato a New York per riprende in mano la sua vita e guidare l'azienda di famiglia.

La storia è questa ed in fondo è molto semplice: Danny Rand (Finn Jones) era solo un bambino quando l'aereo su cui viaggiava insieme ai suoi genitori è precipitato sulle cime dell'Himalaya. Unico sopravvissuto allo schianto, il ragazzo è stato salvato da dei monaci guerrieri della mistica K'un-Lun, che lo hanno addestrato al kung fu per trasformarlo nell'Iron Fist, sacro combattente e protettore della città.

Danny Rand a K'un-Lun
Ma Danny è deciso a tornare a casa e così arrivato nella Grande Mela cerca contatto con i suoi vecchi amici Ward Meachum (Tom Pelphrey) e Joy Meachum (Jessica Stroup), ora alla guida delle Rand Enterprises, l'azienda fondata dai loro genitori, Wendell Rand (David Furr) e Harold Meachum (David Wenham).

Danny però è stato lontano per quindici anni, tutti lo consideravano morto e in molti non credono nella sua miracolosa ricomparsa, soprattutto se si parla di kung fu e poteri magici. L'unica che deciderà di sostenere la sua causa e di difenderlo sarà Colleen Wing (Jessica Henwick), sensei del Chikara Dojo con cui in poco tempo instaurerà un forte legame.

Il debutto di Iron Fist apre le porte a The Defenders, la miniserie crossover prevista per l'estate, e come tutti gli show che lo hanno preceduto presenta alcuni collegamenti e easter eggs.

Ancora una volta torna il personaggio di Claire Temple (Rosario Dawson), quella che si potrebbe definire come una sorta di Nick Fury del piccolo schermo, e con lei altre facce già viste nei precedenti show, di cui non vi dico niente per non rovinarvi la sorpresa.

Danny Rand in compagnia delle sue amiche Colleen Wing (sx) e Claire Temple (dx).
Iron Fist inoltre porta in video il misticismo come finora fatto solo ed esclusivamente dal suo compagno vestito di rosso e dal Doctor Strange al cinema.

Si perché Marvel's Iron Fist, come tutte le altre produzioni televisive Marvel, è ambientato nel Marvel Cinematic Universe e più di una volta ne richiama, quasi in una sorta di gioco, avvenimenti e situazioni. Non meravigliatevi quindi se sentirete parlare di Spider-Man, del gigante verde (Hulk), della Battaglia di New York (The Avengers) ecc. ecc.

Lo show è godibile come tutti i prodotti originali Netflix, ma come molti di essi presenta una dilatazione della trama che spesso comporta una perdita di tensione. Ed è forse questo uno dei fattori che ha spinto la critica statunitense ad esprimere un giudizio negativo nei confronti di Marvel's Iron Fist.

Il suo protagonista Finn Jones ha così risposto alle critiche:
Credo dipenda da molteplici fattori. Quello che posso dire è che questi show non sono fatti per i critici, sono fatti soprattutto per i fan. Credo inoltre che alcune delle recensione nascano da una visione dello show attraverso uno specifico punto di vista, e penso che quando i fan del mondo Marvel Netflix e quelli del fumetto guarderanno lo show per godersi una storia di supereroi, allora si divertiranno davvero. Credo sia uno show fantastico e penso senza ombra di dubbio che sappia ritagliarsi il suo spazio al fianco delle altre serie sui Defenders.

Tra le tante critiche ricevute dalla serie anche l'assurda accusa di "white washing" (assegnazione ad un attore bianco di un ruolo appartenente ad un'altra etnia) nei confronti dello stesso protagonista. Iron Fist infatti, sin dal suo debutto sulle pagine Marvel del 1974 realizzate da Roy Thomas e Gil Kane, è sempre stato bianco, ed è stato davvero spiazzante per produzione e fan leggere i numerosi messaggi e articoli che richiedevano a gran voce il casting di un interprete asiatico.


Queste accuse, e le relative critiche, secondo Finn Jones sono ricollegabili all'attuale Governo Trump:

Credo che il mondo sia molto cambiato da quando abbiamo girato questo show televisivo. Interpreto un supereroe miliardario, bianco e americano, in un momento in cui l'archetipo del miliardario americano bianco è il nemico pubblico numero uno, specialmente negli Stati Uniti. Abbiamo girato lo show prima dell'elezione di Trump, e credo sia davvero interessante vedere come questo venga percepito, ora che Trump è al potere.

Sul web e sulle riviste Marvel's Iron Fist non sta vivendo un buon momento, e di sicuro, tra le serie Marvel/Netflix, è quella che più ha fatto discutere a pochi giorni dalla sua uscita.

Quel che posso dirvi io è che, anche senza l'iconico costume giallo-verde, la storia di Danny Rand merita di essere racconta e di essere vista, e che terminato il tredicesimo episodio di questa prima stagione morirete dalla voglia che quelle otto puntate di The Defenders siano rese disponibili sul catalogo Netflix.

Giuliano Gambino
(per leggere altre recenzioni, anticipazioni, rumors 
e notizie dal mondo dei cinecomics, 
visitate il sito http://www.moviesbook.it/)

1 commento:

film stream ha detto...

Ciao! Per guardare film in streaming gratis vi consiglio http://www.filmstream.biz
Un saluto!

Powered by Blogger.