martedì 16 luglio 2013

BRANDON SEIFERT: "WITCH DOCTOR, UN DOTTORE UN PO' STRONZO CHE COMBATTE IL SOVRANNATURALE CON LE PRATICHE MEDICHE"


Il temerario Witch Doctor alle prese con uno dei suoi...
pazienti!

L'incredibile successo di The Walking Dead e il successivo adattamento televisivo dell'epopea horror scritta da Robert Kirkman, convinsero l'autore originario del Kentucky a intraprendere a tempo pieno la strada del fumetto creator owned, ad assumere un  ruolo dirigenziale all'interno della Image Comics e a fondare la sua etichetta (la Skybound, ospitata naturalmente dalla casa editrice fondata da Todd McFarlane e soci negli anni '90).

L'onore di essere il primo nuovo fumetto prodotto dalla Skybound, nonché il primo non concepito e scritto da Kirkman, è toccato a Witch Doctor creato dagli allora quasi esordienti autori originari dello stato dell'Alaska, Brandon Seifert e Lukas Ketner.

Ho contattato lo sceneggiatore Brandon Seifert lo scorso mese di aprile per una intervista, pubblicata poi sulle pagine del numero 192 di Mega, il magazine informativo pubblicato da Alastor. Ecco il risultato della nostra chiacchierata.

Copertina di Mega #192
magazine sulle cui pagine è stata originariamente
pubblicata l'intervista a Seifert



Brandon Seifert
Ciao Brandon, benvenuto sulle pagine di Comix Factory. L’esperienza insegna che il miglior punto per cominciare un’intervista sia partendo dall’inizio, dunque, che ne diresti di presentarti ai nostri lettori e di fornirci una tua breve biografia?

Certo! Scrivo alcune serie a fumetti per diversi editori Americani. Witch Doctor, che ho co-creato con il disegnatore Lukas Ketner, è una serie Medical-horror incentrata sulle avventure di un dottore un po’ stronzo che combatte dei malanni sovrannaturali – cose come possessioni diaboliche e il vampirismo. Assieme a Clive Barker, uno degli autori horror statunitensi più noti nel mondo, attualmente sto scrivendo la serie regolare di Hellraiser: the dark Watch. Ho anche collaborato alla serie a fumetti di Doctor Who, pubblicata dalla IDW Publishing, e sono il co-creatore della serie Spirit of the Law pubblicata dall’etichetta indipendente MonkeyBrain Comics. Tutti i miei lavori sono disponibili in digitale – in inglese – sul mio sito personale ospitato su comiXology.

Witch Doctor ha iniziato a essere pubblicato nel 2011 sotto il marchio della Skybound, ma quella prima pubblicazione per l’etichetta fondata da Robert Kirkman non è stata anche la prima apparizione della tua serie. Nel 2008 tu e Lukas Ketner ne avevate, infatti, già autoprodotto un paio di avventure. All’epoca, il vostro personaggio come fu accolto dai lettori? Quell’esperienza come ha influenzato il futuro (e il personaggio) di Witch Doctor?

L’accoglienza dei lettori nei confronti di Witch Doctor è sempre stata molto positiva. Abbiamo guadagnato un sacco di lettori di lungo termine dalla nostra iniziale esperienza di auto-produzione. Auto-produrre alcune storie ci ha anche permesso di mettere a punto alcuni elementi della serie prima che questa fosse proposta a un pubblico molto più ampio. Alcune cose le abbiamo cambiate basandoci proprio sul responso dei lettori – cambiamenti come la divisa di Doc Morrow e l’aspetto e il personaggio di Penny Dreadful.

Come ti è venuta l’idea per le prime storie di Witch Doctor? Come è nato il progetto? Avevi creato il Dottore prima dell’inizio della tua collaborazione con Lukas Ketner?

Ho avuto l’idea alla base di Witch Doctor – il dottore un po’ stronzo che risolve problemi di natura sovrannaturale facendo ricorso a pratiche mediche ricorrenti – più o meno nel 2001. Non ho incontrato Lukas fino al 2007, posso dire senza problemi che l’idea mi è venuta prima che lo incontrassi – ma non ha mai assunto  una reale consistenza fino a quando Lukas e io abbiamo cominciato a lavorare insieme.

Prima di iniziare a scrivere fumetti,  hai studiato medicina o sei stato per caso un apprendista stregone? La descrizione degli attrezzi utilizzati o dei demoni sono talmente realistiche…

No! Prima di dedicarmi ai Fumetti ero un giornalista Freelance. Un mestiere che mi ha insegnato a diventare bravo nel ricercare informazioni fino a diventare sufficientemente preparato per poterne scrivere in maniera convincente.

Tu e Lukas siete entrambi nati in Alaska ed entrambi attualmente vivete a Portland. Quando hai incontrato per la prima volta il tuo partner artistico, e quando avete deciso di lavorare insieme?

Ci siamo incontrati ad un concerto nel 2007, e abbiamo deciso di lavorare insieme più aventi nel corso di quello stesso anno. Avevo deciso che avremmo solo realizzato un fumetto di sedici pagine che avremmo poi utilizzato come portfolio per presentarci. Ma poi quel portfolio diventò Witch Doctor!

Qual è stata la tua più grande fonte di ispirazione nella creazione di Witch Doctor? Leggendo il primo volume della serie mi verrebbe da pensare alle classiche pellicole horror…

Per quanto mi riguarda, le principali fonti che hanno influenzato il mio lavoro sono i libri di medicina, biologia e folklore che ho letto. Dopo di che, ci sono Serie TV come Supernatural.

Una bella copertina di Witch Doctor
Witch Doctor è la prima serie a essere prodotta sotto l’etichetta Skybound. Quando hai incontrato Robert Kirkman per la prima volta? E come lo hai convito a produrre la tua serie?

Non è stata necessaria alcuna opera di convincimento. Robert ci ha trovati on-line mentre ancora ci auto producevamo il nostro fumetto e ci ha offerto un contratto di pubblicazione. Non l’ho incontrato di persona fino al primo San Diego Comic Con al quale ho partecipato, dopo che il contratto di pubblicazione già era stato ufficialmente annunciato.

Qual è il significato e l’importanza di produrre una serie sotto il marchio della Skybound?

In seguito al grande successo della Serie TV tratta da The Walking Dead e la grande affermazione di Robert Kirkman come scrittore di fumetti, essere pubblicati da lui conferisce a due creatori alle prime armi come eravano Lukas e il sottoscritto quando hanno il via alla serie, un livello di prestigio che non avremmo potuto attenere da nessuna altra parte.

Che tipo di rapporto si è instaurato tra te e Kirkman? È un capo? Un amico? Un editor?

Robert è il mio editore. Alle volte lo incontro durante le convention, ma non ho molte occasioni per sentirmi con lui.

Come credi che il successo della serie televisiva della AMC possa aver influenzato il tuo lavoro (e le vendite) per Witch Doctor?

Non ne ho idea, sono spiacente. Sostanzialmente facciamo il nostro lavoro su Witch Doctor. La serie TV di The Walking Dead potrebbe aver aiutato a far crescere le vendite – o forse no. Non saprei.

C’è un progetto per produrre una serie TV basata sul vostro fumetto?

Che io sappia, non ci sono piani per un TV Show. Ma parte delle ragioni che  hanno suscitato l’interesse della Skybound per Witch Doctor sono proprio da ricondursi che vi hanno riconosciuto delle potenzialità per trarne un buon serial televisivo, e stanno attivamente provando a farne un serial.

Hai già pianificato un finale? Quanti albi credi che impiegherai per raccontarci tutta la storia?

Davvero no! Ho alcune idee generiche su come la serie potrebbe terminare – ma ho molte più idee riguardo cose che vorrei raccontare prima che si spengano le luci su di essa!

Attualmente molti autori stanno lasciando le Big Two per dedicarsi allo sviluppo di opere creator owned. Cosa ne pensi del fumetti creator owned? Credi sia possibile che il futuro del mercato passi attraverso di essi?

Credo che i fumetti creator owned siano una gran cosa! Non so quale sarà il futuro di questo mercato, ma dal mio punto di vista mi piacerebbe che i fumetti creator owned siano il mio futuro!

Attualmente su quali altri progetti sei al lavoro? Ci sarà qualche altra opera prodotta sotto l’etichetta Skybound?

In coppia con il leggendario scrittore horror Clive Barker sto attualmente scrivendo per i BOOM! Studios  la serie regolare di Hellraiser. Sto lavorando anche ad altri progetti che si trovano in diverse fasi di sviluppo, per alcuni utilizzerò personaggi appartenenti ad altre persone, mentre per altri si tratta di personaggi miei. La Skybound ha espresso il suo interesse per pubblicare più opere di mia creazione, ma per il momento mi sto concentrando su altre opzioni di pubblicazione.

C’è qualcosa che ti andrebbe di dire ai tuoi lettori italiani?

L’idea di avere dei lettori italiani mi fa impazzire! Vi ringrazio davvero per leggere il mio lavoro! 


Brandon Seifert e Lukas Ketner

2 commenti:

CREPASCOLO ha detto...

Bella intervista, ma Clive Barker
è di Liverpool come i Fab Four non filtrati dai raggi cosmici, quindi è statunitense come me. Brandon potrebbe non saperlo, come potrebbe non sapere che Barker è un clone di Macca ( o un figlio avuto dal tizio che ha preso il posto di Macca dopo il famigerato incidente stradale che ci ha privato del papà di Eleonor Rigby ). La cosa del clone che finge di essere il figlio di se stesso mi ricorda la run di Supes nei gg in cui era morto ( so che CF apprezza i comics anni novanta e ricorderà il Lex Luthor con chioma e barba lussureggianti )e mi sorge il dubbio che Dan Jurgens e Ringo Starr siano amici. Questo spiegherebbe il personaggio del manager di Superboy alle Haway...

Erich ha detto...

Credo che saremo in presenza presto di un altro successo della Image Comics.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...