Ads Top

IL (NON TROPPO) GIOVIALE DAN SLOTT DIMOSTRA DI NON ESSERE SUPERIORE ALLE CRITICHE DEL WEB


Copertina variant realizzata da Skottie Young
per il primo numero di Superior Spider-Man


Douglas Ernst è un blogger, un appassionato di fumetti che parla dell'oggetto della sua passione, giudicando l'operato degli autori e l'evoluzione delle trame, senza troppi peli sulla lingua. Sul suo blog, recentemente, has scritto un post il cui titolo è di per se tutto un programma: "Superior Spider-Man: chiunque tranne Dan Slott è consapevole che è inferiore al suo predecessore".  Un lungo articolo nel quale mette alla berlina il nuovo Spider-Man protagonista del Marvel NOW, scrivendo:

"[...] dopo sei numeri di Superior Spider-Man è più che evidente che la decisione di far fuori the Amazing Spider-Man così come  fatto da Mr. Slott non è valsa la pena degli sforzi compiuti dalla Marvel. Per ogni bocconcino interessante rifilato ai lettori affamati di novità, sono state propinate molte idee già viste, idee stantie che ci ricordano perché questo "superiore" uomo ragno sia ampiamente inferiore a qualsiasi altra incarnazione lo abbia preceduto".

Dan Slott

La piccata reazione di Dan Slott, sceneggiatore e creatore della storyline dedicata al nuovissimo Superior Spider-Man, non ha tardato ad arrivare. Prima di fornirvi un resoconto della parole dell'autore, bisogna premettere che Slott davvero non si tira indietro quando c'è da difendere il proprio operato; già in passato, infatti, lo sceneggiatore si era messo in evidenza per aver mandato letteralmente farsi fottere un blogger (ve ne parlai QUI), mentre è notizia abbastanza recente delle minacce di morte rivoltegli da un fan a causa del trattamento riservato dall'autore a Peter Parker (QUI il resoconto). Visti questi precedenti, Dan Slott ha pensato forse che non fosse il caso di gettare acqua sul fuoco, e imbracciata la tanica di benzina ha replicato:

"Sei un IDIOTA. 
E non lo sto affermando perché sei un blogger conservatore. 
Tutti hanno il diritto al loro credo politico. 
Lo dico perché tu sei, indipendentemente dal fatto di essere un blogger conservatore, un IDIOTA.
Quando l'ideologia, le convinzioni, i preconcetti di qualcuno lo rendono CIECO impedendogli di accorgersi  delle proprie ipocrisie, che si tratti di CONSERVATORI, un LIBERALI o QUEL CHE ESSI VOGLIANO, ebbene queste PERSONE (proprio come te) SONO DEI COMPLETI E TOTALI IDIOTI.
Congratulazioni. 
Tu non sei un essere umano razionale, capace di pensare. Tu sei un idiota il cui cervello è stato rimosso e sostituito con robaccia/nozioni preconcette/retorica/propaganda/punti di vista altrui. 
Non c'è confronto, dialogo o ragionamento con te. Tu e quelli sufficientemente stupidi da sopportarti godetevi pure la tua idiozia, ideologo dal cervello morto".

La scintilla che ha fatto innervosire Dan Slott al punto di andare fuori dal seminato è stata la supposizione del blogger, (in)fondata sulla giacenza di alcune copie di Superior Spider-Man nelle fumetterie che frequenta, che il rilanciato uomo ragno stia subendo un rovinoso calo di vendite. Notizia, a quanto pare, inesatta. Ma la reazione dello sceneggiatore è stata di certo esagerata, e non ha fatto altro che fornire altro materiale al blogger per prendersi gioco di lui, su un altro post del suo blog Douglas Ernst scrive infatti:

"un tipo che pensa che poiché ha scritto più volte la parola idiota e utilizza il tasto caps lock ciò che scrive debba essere necessariamente vero... gli argomenti di Dan si riducono a: idiota-idiota-idiota-idiota-cervello morto. E poi, dovrei essere io quello poco razionale? Bel colpo, Dan".

Credo che Slott non ci faccia una bella figura, un vecchio detto recita: "non bisogna mai discutere con uno stupido perché si potrebbe non notare la differenza". Il web è una zona franca nella quale possono scrivere e interagire tutti, ma se hai a che fare con un troll, caro Slott dovresti mostrarti... superiore!

una vignetta tratta da Avenging Spider-Man

17 commenti:

MMS ha detto...

Il concetto di professionalità sta sparendo in tutto il mondo ormai.

Gala ha detto...

In realtà ce l'aveva con lui anche perché il blogger in passato l'aveva criticato perché Peter aveva salvato anche dei Nord Coreani e adesso invece lo critica perché Peter/Doc Ock ha sparato ad un criminale omicida.
Da qui il concetto di idiozia.

Anonimo ha detto...

Come ho detto nel pezzo per quanto riguarda la Corea del Nord:

False. Come ho discusso in precedenza, il motivo per cui era sconvolto ero che con 6 miliardi di vite sulla linea, Dan Slott Peter Parker ha preso tempo prezioso - in cui ogni secondo contato - a tenere una conferenza suoi compagni di squadra circa la santità di sorveglianti gulag della Corea del Nord. Sì, lo stesso regime della Corea del Nord che ora sta minacciando di bombardare gli Stati Uniti.

Il mio punto era che l'Uomo Ragno entra in zone di guerra, e poi si rifiuta di agire come un soldato, perché la verità è che, a volte devi prendere una vita per salvare una vita. Oppure, nel caso in cui Spider-Man, sei miliardi. Questa è la vita reale. Questo è ciò che le forze di polizia e soldati devono affrontare ogni giorno. E questo è il tipo di dilemma morale che sarebbe interessante per una storia dell'Uomo Ragno, al posto delle mezze idee Dan Slott piatti su base regolare.

Ci scusiamo per la traduzione. Se va male, la colpa di Google.

Comix Factory ha detto...

Thank you for your contribute, Douglas. I've read your words and I've understand your point of view.

I continue to think that Dan Slott didn't argue with you. You are a fan, and you have the right to criticism, he is the writer he must wrote good stories and he must go straight for his road.

Thank you, if my english isn't correct the fault is mine :)

skalda ha detto...

Perché c'è una cover oscurata dietro la facciona di Slott?
Perché non era Spiderman?

Comix Factory ha detto...

credo perchè sia una cover della DC Comics (è stata oscurata sul sito di MTV geek)

conte di cagliostro ha detto...

Ma se chi critica è un troll, chi applaude cosa è invece?

GM

Onirepap ha detto...

In primis compilementi per comixfactory che a quanto pare viene anche letto all'estero.
Per quanto riguarda il nostro povero ragnetto che dire?
Noto che da anni la Marvel non creda piu nel personaggio.

Comix Factory ha detto...

Innanzitutto ringrazio Onirepap per i complimenti, in effetti essere stato letto anche all'estero rappresenta una sorpresa (e una gratifica) anche per me.

Per quanto riguarda spider-man credo che su di lui gravi negativamente il fatto che i diritti cinematografici del personaggio non siano in mano alla Marvel. Per questo motivo la casa delle idee preferisce con tutta probabilità puntare su licende di cui detiene controllo e maggiori introiti. Non vi ha fatto specie, ad esempio, che nel Marvel NOW non appaia Silver Surfer? Neanche nelle testate cosmiche, è forse un caso che i diritti appartengano alla Fox?

Erich ha detto...

Come si può dare torto a chi critica Slott? Ha reso l'Uomo Ragno illeggibile, trasformandolo in una macchietta. Non contento, ha concorso alla chiusura di Amazing Spider-Man (già massacrato per anni di post-OMD) per fare posto ad un "Superiore" Uomo Ragno, di cui non è chiaro cosa sia superiore. Cioè, rendiamoci conto di una cosa: Slott vuole farci credere che il cervello del dottor Octopus è entrato nel corpo di Peter Parker. Non sarebbe più semplice che i capi della Marvel chiedessero scusa ai lettori dicendo: "abbiamo scherzato, dal prossimo numero le storie di Spidey riprenderanno come se tutto il post OMD non fosse mai avvenuto e soprattutto, Mary Jane tornerà ad essere la signora Uomo Ragno".

Skull ha detto...

Mi sfugge il motivo per cui un lettore, se critica argomentando quello che legge, debba essere considerato un troll (dico a Slott, ovviamente).

E' un'ulteriore dimostrazione di come stia prendendo assurdamente piede il concetto "si parla bene di un'opera o non se ne parla affatto", in America come sui lidi nostrani.

Alle critiche o si risponde punto per punto difendendo il proprio operato (perchè alla fine l'autore è l'autore, e le scelte sono solo sue), o non si risponde per niente: altrimenti si fanno figure di palta come quella di Dan Slott, la cui risposta rimarrà negli annali come "una delle risposte più IDIOTE di sempre alla critica di un lettore".

Erich ha detto...

Il motivo (che ti sfugge) è semplice: Slott (come buona parte degli autori di fumetti) non ama essere criticato. Desidera che tutti dicano che quello che lui scrive è un'opera d'arte. E chi non lo capisce, è un idiota.
Per quanto triste, è la realtà attuale del mondo del fumetto. E' la cosa non limitata solo agli Usa. Anche in Italia ci sono fulgidi esempi. Basta andare sui forum e leggerai di tanti autori incazzati perché i lettori li criticano. Grazie alle amicizie personali con admin e moderatori di quei forum (che a loro volta lavorano gli editori che pubblicano quelle testate), i presunti critici vengono etichettati come troll e buttati fuori. Poi, alla fine, le serie chiudono perché il lettore incazzato del trattamento ricevuto, abbandona la serie e gode quando questa chiude. Tornando a Slott, vogliamo renderci conto del fatto che in Superior Spider-Man, c'è un Peter Parker (macchietta del personaggio che era) con il cervello del dottor Octopus? Per quanto mi riguarda, si tratta di una assurdità.

Erich ha detto...

L'Uomo Ragno è stato grande fino ad OMD. L'ultimo grande scrittore che lo ha reso eccezionale è stato Straczynski. Dopo di lui, il diluvio. Oggi siamo testimoni della catastrofe che ne è derivato. Domanda: perché alla Marvel odiano tanto l'Uomo Ragno? Se lo odiano così tanto, cedessero i diritti a qualche altro editore (visto che non sanno fare altro che distruggerlo).

Skull ha detto...

Erich: pienamente d'accordo.
Quello che non capisco è quando e soprattutto perché si sia ingenerata esattamente questa (pessima) abitudine degli scrittori, sia usa che nostrani.

Riguardo Spidey, perché il personaggio di punta di una casa editrice sia diventato anche il più vituperato (a scapito delle vendite) è un mistero che fa tremare i polsi anche al terzo segreto di Fatima.

Erich ha detto...

La pessima abitudine degli autori (italiani e americani) ha due cause ben precise:

1 - immaturità congenita. La cosa interessa soprattutto gli italiani. Se dai uno sguardo a ciò che scrivono su facebook, capirai che vivono (o credono di vivere) in un mondo tutto loro.

2 - perdita di contatto con la realtà. Vivono solo su internet e l'unico contatto che hanno con la realtà è quando arriva la chiamata dell'editore che li avvisa che la loro testata ha chiuso (o chiuderà i battenti a breve).

Riguardo a Spidey, posso solo pensare che sia una qualche vendetta (inconscia) verso Stan Lee. Negli ultimi cinque anni, non solo Slott, ma anche gli altri autori Marvel si sono divertiti a distruggere, pezzo per pezzo, ciò che lui ha creato negli anni '60 del vecchio secolo.

evo cuoco ha detto...

l'uomo ragno di Slott mi ha sempre divertito. Non ha mai raggiunto vette di eccellenza ma si è sempre lasciato leggere tranquillamente. L'idea che Parker venisse sostituito da Octopus mi ha fatto accapponare la pelle, ma la Marvel ha messo subito in chiaro che si tratta solo di un periodo temporaneo, e le storie sono divertenti e si leggono volentieri, ergo non mi sento di condannare Slott, neppure per il suo sfogo: sicuramente ha a che fare con Super Nerd che sono assolutamente Nazisti con i loro eroi, assolutamente indiposti ad accettare qualsivoglia cambiamento e soprattutto ad ammettere che qualcuno con idee diverse dalle loro possa comunque fare un buon lavoro. Confondono dei personaggi inesistenti con persone reali, e urlano che questi personaggi devono essere "rispettati". Certo, se domani arrivasse uno sceneggiatore e trasformasse Tex in un pazzo armato di cannone che massacra gli indiani etc etc avrei qualcosa da ridire, ma ciò che ha fatto Slott è stato - in fin dei conti - scrivere una storyline come tante altre, forse dalle premesse assurdissime ma che comunque io (che pure a sentirne parlare l'ho odiata) mi diverto a leggere.

Erich ha detto...

Parli così perché, secondo me, non hai mai letto storie "vere" del Ragno (qualcosa degli anni settanta, ottanta o per andare più vicino, qualcosa dei primi anni di questo decennio). La qualità era nettamente superiore. Al di là dei gusti, è indubbio che con Slott l'Uomo Ragno sia crollato, ucciso e fatto a pezzi sotto un mucchio di idiozie. Tutto il post-OMD è stato un fallimento colossale.
Riguardo Slott, mi spiace contraddirti, ma ha fatto una cavolata. Come molti altri suoi colleghi, non ha accettato le critiche e quando un autore imbocca questa strada, la qualità delle sue creazioni, invece di salire, continua a scendere.
Slott ha rovinato l'Uomo Ragno. Lo ha reso illeggibile. E questo è un fatto ampiamente condiviso nel pubblico americano.
Hai sbagliato ad usare il termine "nazisti" per identificare i fan affezionati ad una determinata visione del personaggio. Forse volevi dire "integralisti".
Comunque, non credo che quel blogger fosse un integralista. Ha espresso una sua idea, che Slott non ha accettato. E solo perchè qualcuno non la pensa come Slott merita di essere chiamato idiota?
Per quanto mi riguarda, forse Slott stava parlando di se stesso.
Penso, inoltre, che solo quando alla Marvel si libereranno di lui e di quelli come lui, la Casa delle Idee tornerà ad essere quella che è stata fino al 2005.

Powered by Blogger.